Archivi categoria: Activism

MuoStory – part 2 – Come si è arrivati al Muos di Niscemi

MuoStory – part 2 – Come si è arrivati al Muos di Niscemi

Muostory è un film documentario che descrive i settant’anni di occupazione americana dell’Isola. Comincia con l’operazione Husky, che da inizio alla svendita del territorio siciliano, e incastra come pezzi di un mosaico i momenti più salienti della storia siciliana: il ruolo avuto da Lucky Luciano nell’invasione statunitense, la strage di Portella della Ginestra, il caso Mattei, l’omicidio di Kennedy per finire con la guerra in Afghanistan e in Iraq.
Un viaggio attraverso la storia e gli uomini che hanno segnato il destino della Sicilia, trasformata in avamposto di guerra grazie alle numerose Basi militari Statunitensi , sorte nel dopoguerra e sparse in tutta l’isola.
Il documentario fa palese la differenza fra le guerre di allora e quelle di oggi. Non mutano gli obiettivi, ma le modalità. Oggi assistiamo alle c.d. “guerre disumanizzate”, quella dei Droni e delle tempeste elettromagnetiche e psicotroniche. Il Muos a Niscemi, ne è un esempio. Dalla Sicilia si consentirà al complesso bellico industriale Americano di continuare a dominare l’intero pianeta e le sue risorse.
Muostory ricostruisce la storia della lotta che i cittadini conducono giorno dopo giorno da diversi anni contro l’istallazione Muos. Non esitando a svelare le complicità politiche, le infiltrazioni mafiose e massoniche, nonché i pericolosi rischi per la salute e l’ambiente di un territorio già fortemente martoriato da diverse forme d’inquinamento.

from Fab.Blog » Activism http://ift.tt/1MxlnTb

Advertisements

Trivellazioni nel Mediterraneo, il dossier di Legambiente sui “pirati” del mare

I dati del dossier sull’assalto al mare siciliano.

La produzione di greggio nel Canale di Sicilia per l’anno 2014 è stata di poco superiore a 232 milioni di tonnellate, corrispondenti al 31% della produzione nazionale in mare (che è stata nello stesso anno di 754 milioni di tonnellate), e pari solo al 4% della produzione totale nazionale (sia a terra che a mare). Nel 2015 invece la produzione raggiunta tra gennaio e aprile è stata di 77,5 milioni di tonnellate, inferiore rispetto ai quasi 81 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente. In generale le estrazioni di greggio nel mar di Sicilia hanno subito un graduale rallentamento negli ultimi 5 anni: se infatti nel 2010 la produzione è stata di oltre 374 milioni di tonnellate, nel 2011 è scesa a circa 331 milioni di tonnellate, 289 milioni nel 2012, 301 nel 2013 e 232 nel 2014. Trend sicuramente decrescente che sembra confermarsi anche nel 2015.È presente anche un’attività intensa di ricerca di idrocarburi in questo tratto di mare che non accenna a diminuire. Sono infatti oltre 12.553 i chilometri quadrati di mare sotto scacco delle compagnie petrolifere; nello specifico sono attive due istanze di prospezione in mare da parte della Schlumberger, attualmente in corso di valutazione ambientale, per un totale di oltre 6mila chilometri quadrati. Uno di questi è in fase di valutazione presso la commissione VIA e le osservazioni aperte al pubblico saranno possibili fino al 25 luglio prossimo. Legambiente insieme al comitato Stoppa la Piattaforma aveva già presentato nell’ottobre dello scorso anno delle osservazioni da cui emergevano chiaramente delle lacune sullo studio presentato e delle perplessità in merito alle due istanze in oggetto.

Tratto da: Trivellazioni nel Mediterraneo, il dossier di Legambiente sui “pirati” del mare

from Fab.Blog » Activism http://ift.tt/1GvNpWM

DELLA VEDOVA: LEGALIZZAZIONE CANNABIS PROPOSTA DI CIVILTA’

(Agenzia VISTA) – Roma, 15 Luglio 2015 – Presentazione del progetto di legge per la legalizzazione della cannabis elaborato dall’intergruppo promosso lo scorso marzo dal senatore Benedetto della Vedova che ha visto l’adesione di oltre 100 parlamentari.

from Fab.Blog » Activism http://ift.tt/1JnhSbN