Corriere, fai schifo!

Corriere Della Sera - Tsipras Insiste

Il Corriere della Sera ha superato ogni limite nella vergognosa campagna propagandistica contro Alexis Tsipras. Non passa giorno che questi servi inginocchio dell’establishment europeista non pubblichino editoriali al vetriolo ben oltre la soglia della diffamazione, che dipingono il primo ministro greco come un pazzo squinternato e, alla meno peggio, il popolo greco come un povero agnello sacrificale. Di chi? Della Troika? Ma no, suvvia! Di un coglione che si permette di voler indire un referendum quando la Merkel ha espressamente detto che l’offerta dei creditori era “straordinariamente generosa“. Ogni giorno trovano spazio in prima pagina articoli di ricchi neo-filosofi ebrei-francesi che mentono sui fatti, ricostruzioni orwelliane delle proposte dei “creditori” che omettono la richiesta di tagliare stipendi e pensioni, dinamiche completamente falsate secondo le quali sarebbero stati Tsipras e Varoufakis ad abbandonare il tavolo delle trattative, e non la UE a fare ormai da mesi riunioni clandestine – dove la Grecia, uno stato membro al pari degli altri, non è invitata – nelle quali si prepara la strategia per inculare un intero popolo, come se questo popolo non facesse parte della stessa Unione e non avesse gli stessi diritti di sedere a quei tavoli.Oggi l’ennesimo titolo insopportabilmente fazioso: “Tsipras insiste, trattativa bloccata“, dal quale si evince che c’è un solo responsabile di questa cosiddetta “crisi”, come se fare un referendum popolare fosse poi una tragedia e non viceversa l’unico raggio di sole in una costruzione europea dittatoriale e antidemocratica: c’è un solo cattivo, al più completamente deficiente, ed è quel cretino che ha osato esercitare un potere di trattativa reale e non mettersi alla pecora in perfetto stile renzi-letta-montiano. Oltretutto, se c’è una responsabile, questa è Angela Merkel, che nelle ultime ore ha imposto la sua linea all’eurogruppo: rifiutare le proposte della Grecia e attendere l’esito del referendum (“la cancelliera Angela Merkel non intende stendere ancora la mano a un governo che non ritiene affidabile“), mentre la Commissione Europea ha già fatto sapere che se ci saranno nuovi aiuti, “le condizioni saranno più dure” (lo ha detto Dombrovskis, il vicepresidente). Una ritorsione in piena regola. Intanto, è già partita la promessa di poltrone di lusso a chi farà le scarpe a Tsipras. Gente che ucciderà qualsiasi residuo di futuro per il popolo greco e le speranze di un’Europa diversa per tutti noi.

Ma non basta: oggi anche l’ennesimo editoriale in prima pagina commissionato a neoliberisti sfrenati e senza contegno, che esordiscono così: “Fine dei giochi. A meno di un colpo a sorpresa ad Atene — ad esempio la caduta del governo di sinistra — domenica prossima i greci voteranno“. Pensate un po’: i greci voteranno! VOTERANNO!! Vi rendete conto? Come se stessero parlando di una catastrofe, uno tsunami, la terza guerra mondiale. Da scongiurare sperando in un miracolo: la “caduta del governo di sinistra”! Tsipras? “Schizofrenia da panico di chi ha perso il controllo della situazione“. Atene? “Nelle sue intenzioni non c’è mai stata l’opzione collaborativa“, e “usa il popolo greco come un’arma, non per farlo esprimere sui suoi interessi ma per cercare di schierarlo contro gli avversari, che sarebbero rappresentanti del capitalismo europeo che ricatta i greci“. Secondo questo Danilo Taino, corrispondente del Corriere in Germania (ah, ecco!), un popolo è una massa informe di pecore che, se vota, viene usato, mentre se se lo prende in culo (scusate se ho detto “prende”) subendo ricette di austerity che lo stesso FMI ha ammesso essere state recessive, invece va tutto bene. E dove prende, questo Taino, tali certezze incrollabili? Ma si fa scudo di un noto democratico, rispettoso delle sovranità altrui: “Come ha più volte detto ieri in Parlamento il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble, c’è da essere tristi per il popolo greco“. C’è da esser tristi per il popolo greco! A me invece viene tristezza per Taino (sono uno schizofrenico in preda al panico onanista della democrazia anch’io). E non è finita: “A questo punto, anche chi vorrebbe votare «no» domenica prossima per fare riprendere al Paese una sua sovranità dev’essere seriamente perplesso all’idea di restare poi con un governo che nella migliore delle ipotesi è irresponsabile e nella peggiore avventurista“. Cioè: un Governo indice un referendum, il popolo vota confermando il Governo, ma secondo Taino dopo avere sancito con il voto che il Governo è legittimo, questo popolo dovrebbe avere avere paura di quello stesso Governo perchè irresponsabile e avventurista? Taino, un po’ di logica: se i cittadini votano un Governo irresponsabile e avventurista, significa che anche loro sono irresponsabili e avventuristi, quindi va tutto bene: si chiama democrazia, Taino, sveglia! E poi, questo Governo è talmente irresponsabile che chiude le banche e riduce i pensionati alla fame. Infatti, come titola lo stesso Corriere a pagina 3, pensate un po’:  “i pensionati senza bancomat possono ritirare 120 euro ogni 3 giorni“. Cazzo! 120 euro ogni 3 giorni sono 1200 euro al mese! Il doppio della pensione sociale italiana, ma con i prezzi che ci sono in Grecia.

Del resto, non è che questo Taino ci azzecchi molto, se sul suo profilo Twitter meno di due settimane fa si spingeva a dare quasi per certo l’accordo con la Grecia e l’addio di Tsipras.

Danilo Taino - Tweet
Non ho mai visto un organo di stampa schierato con tanto accanimento e appiattito servilmente con così tanta deferenza nei confronti di una sola parte.

Intanto, Varoufakis si sta studiando il Bitcoin, che dall’annuncio del referendum ha avuto un’impennata incredibile.

Bitcoin - referendum Tsipras

Se vuoi sapere cosa sono i bitcoin, guardati questo video.

 

from Byoblu.com http://ift.tt/1GPLSMO

Annunci

COMMENTA

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...