Eruzione notturna dell’Etna, Catania coperta dalla cenere vulcanica

I catanesi si sono ritrovati sotto la pioggia. Non per un temporale primaverile, ma per colpa della cenere dell’Etna. Ne è caduta anche in città tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio:
continua infatti l’attività stromboliana che ha caratterizzato gli ultimi giorni del vulcano e aumentano anche il tremore e i boati, uditi dalla cittadinanza dei centri etnei.


Nel corso della notte è proseguita l’attività stromboliana al Nuovo Cratere di Sud Est, accompagnata da discontinue, a tratti abbondanti, emissioni di cenere. La colata lavica che emerge dalla fessura eruttiva posta sul fianco nord-orientale del cratere continua ad essere ben alimentata.
Dalla tarda serata di ieri – rende noto l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia-un secondo flusso lavico percorre il pendio che raccorda la Valle del Bove con la Valle del Leone. La colata ha raggiunto e superato Monte Simone, a 2082 metri di quota, circondandolo da nord a sud. Il braccio lavico maggiormente alimentato scorre dirigendosi verso la porzione centrale della Valle del Bove. Il fronte lavico più avanzato ha percorso circa 4,5 km e si trova a circa 1800 m. di quota sul mare.

via TERRA REAL TIME http://ift.tt/1QOZ4bd

Annunci

COMMENTA

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...